I pannelli in alluminio per rivestimenti acustici vengono comunemente utilizzati per la schermatura degli edifici in cui sono presenti sorgenti di rumore particolarmente intense.

Nello specifico, essi si applicano sulle pareti esterne degli stabilimenti industriali più rumorosi, soprattutto quelli situati in prossimità dei centri abitati.

La loro funzione primaria è dunque quella di fornire una schermatura in grado di ridurre sensibilmente la trasmissione dei rumori prodotti dai macchinari verso l’esterno. Essi, tuttavia, possono essere anche utilizzati per lo scopo inverso, ovvero per l’isolamento acustico di tutti quegli edifici che sorgono in zone particolarmente colpite dall’inquinamento acustico.

Come funzionano i pannelli in alluminio per rivestimenti acustici

I pannelli fonoisolanti in alluminio dispongono di un’elevata capacità di schermatura sonora in grado di ridurre le emissioni acustiche in entrata o in uscita dagli edifici.

Per funzionare, essi sfruttano il basso coefficiente di trasmissione acustica di questo metallo, che in relazione alla potenza sonora trasmessa e incidente sulla sua struttura permette di ottenere schermature fino a 40 db(A).

In generale, più ampia è la superficie e lo spessore delle lastre d’alluminio, maggiore sarà lo smorzamento del rumore e , di conseguenza, la loro capacità fonoisolante.

Di norma, i pannelli in alluminio per rivestimenti acustici presentano uno spessore variabile dai 3 ai 12 mm e possono essere installati singolarmente oppure su più livelli intervallati da un’intercapedine o da uno strato di fibra minerale.

Applicazioni e tecnologie costruttive

I pannelli in alluminio per rivestimenti acustici civili o industriali vengono realizzati attraverso l’installazione di lastre di varia grandezza su un’apposita intelaiatura esterna con montanti verticali.

La parte rivolta verso la sorgente è comunemente costellata di fori che hanno lo scopo di ridurre la rifrazione sonora e facilitare la trasmissione delle onde sulla superficie assorbente del rivestimento esterno.

Quest’ultimo, invece, presenta delle nervature o delle superfici goffrate che garantiscono non solo un eccezionale assorbimento acustico ma anche un aspetto estetico assolutamente impeccabile.