Scaffali a gravità

Gli scaffali a gravità non si limitano ad immagazzinare le merci come in un semplice magazzino. Servono, invece, anche a convogliare i materiali da un punto ad un altro, ma senza essere motorizzate; una sapiente progettazione e l’uso di rulli di scorrimento su superfici costruite in leggera pendenza fanno sì che sia la gravità stessa a spostare gradualmente le merci, su pallet, bancali, o altro contenitore di misure standard, dal punto di partenza a quello di arrivo. Si tratta quindi di una forma di magazzinaggio dinamico, estremamente efficiente.

I vantaggi delle scaffalature a gravità

Questo tipo di organizzazione del magazzino funziona in base al sistema FIFO (first in, first out, cioè il primo a entrare è anche il primo a uscire), che consente una rotazione ideale dei pallet (e dei prodotti stoccati, ovviamente). Vengono evitate le eventuali interferenze nella movimentazione dei prodotti e nella preparazione degli ordini. Inoltre, e soprattutto, si risparmia tempo e denaro nella movimentazione delle merci e negli spostamenti del personale.

Gli scaffali a gravità della Marchetto Srl per la Molex Zetronic Srl

Come si può intuire dalla descrizione che precede, sia la progettazione che la realizzazione di un sistema di gestione del magazzino tramite scaffali a gravità richiedono know-how ed esperienza. La Marchetto Srl, con la sua lunga storia nel settore della costruzione di strutture metalliche speciali, è il partner ideale per questo tipo di soluzione. Lo dimostra, ad esempio, la realizzazione di un impianto di scaffalature a gravità per la sede di Padova della Molex Zetronic Srl. Si tratta di un importante centro di questa multinazionale che produce componenti elettrici, elettronici, informatici e a fibra ottica. La struttura di magazzino realizzata dalla Marchetto può contenere addirittura 8.000 pallet, a partire da un’altezza di 8 metri, e collega senza soluzione di continuità il reparto di produzione a quello di imballaggio e spedizione.